Apprezzato a Bucarest l’evento culturale sulle Eolie

brundu toni bucarest

Ha suscitato un forte interesse l’evento culturale sulle isole Eolie organizzato, per la prima volta, dall’Istituto Italiano di Cultura a Bucarest in collaborazione con il Circolo Artistico Culturale Eoliano di Lipari e con la Biblioteca Comunale di Malfa, sotto il Patrocinio del Comune di Lipari e con gli auspici della Pro Loco Isole Eolie. Antonio Brundu in Romania per l’occasione, insieme a Italo e Catia Toni, ha tracciato un breve resoconto :

‘’ Quando ho proposto a Italo e Catia Toni di andare in Romania per promuovere le nostre isole, hanno subito accettato l’invito. Un evento culturale insolito quello svoltosi, recentemente, a Bucarest, sulle sette isole dell’arcipelago eoliano. Infatti le Eolie sono ‘’sbarcate’’, per la prima volta, nella capitale rumena con una manifestazione caratterizzata da una mia mostra fotografica dal titolo ‘’Vi racconto le isole Eolie’’ sulle bellezze naturali, tradizionali e paesaggistiche isolane integrate da manifesti forniti dall’Azienda Soggiorno e Turismo delle Isole Eolie (al quale vanno i ringraziamenti unitamente al Museo Archeologico Regionale Eoliano per il documentario proiettato durante la serata). Dopo la presentazione del dott. Ezio Peraro, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura, il pubblico presente ha seguito con notevole interesse ed entusiasmo i nostri interventi, basati su aspetti storici, naturalistici e tradizionali della cultura eoliana, ivi compreso il fenomeno dell’emigrazione verso i Paesi transoceanici (Stati Uniti d’America, Argentina e Australia). Inoltre e’ stato proiettato un breve videoritratto sull’importanza dell’acqua realizzato dall’Associazione Internazionale Through Waters con gli alunni della Scuola Media di Malfa, nell’isola di Salina dove, sino al 30 giugno prossimo, nei locali della Biblioteca Comunale, si potra’ ammirare una mostra di immagini fotografiche che raffigurano il problema dell’acqua nel mondo. Italo Toni, scrittore e poeta liparese, e’ stato apprezzato per la sua spontaneita’ nel descrivere alcuni racconti umani e tradizionali delle isole e per avere pubblicato, tra i suoi 18 volumi, il dizionario eoliano italiano. Catia Toni ha illustrato, invece, gli obiettivi e le finalita’ del Circolo Artistico Culturale Eoliano, la comparazione tra la realta’ isolana di oggi rispetto a quella di ieri come passato recente e le prospettive future del turismo eoliano. E’ toccato a me parlare sulla formazione geologica  delle sette isole Eolie emerse dal mare attraverso eruzioni vulcaniche, sulla storia umana dell’arcipelago e sull’emigrazione di migliaia di isolani che hanno dovuto lasciare la propria terra verso le Americhe e l’ Oceania, fenomeno descritto e illustrato nel Museo Eoliano dell’Emigrazione a Malfa. La mostra fotografica sull’ Eolie rimarra’ esposta al pubblico presso l’Istituto Italiano di Cultura sino alla prossima settimana e ha fatto da cornice a diversi eventi organizzati del medesimo Istituto. Un ringraziamento particolare va rivolto al direttore dott. Ezio Peraro per la sua disponibilita’ e per il supporto organizzativo dei suoi collaboratori, con la speranza di poterci rivedere ancora e continuare la strada che e’ stata aperta al fine di conoscere ancora meglio la civilta’ e la cultura delle isole Eolie in Romania’’.

(nella foto : Istituto Italiano di Cultura Bucarest. da sin. Catia Toni, Italo Toni, il direttore Ezio Peraro, Elena Costache e Antonio Brundu).

 

Share