Andy De Salvi alla boutique Fendi di Milano

FENDI

Dopo una sessione estiva passata a suonare in patria, a Lipari, dietro la console del White Beach, Andrea De Salvatore, in arte Andy De Salvi (@andydesalvi), si sposta al nord, dove il 13 dicembre accompagnerà con la sua musica gli ospiti dell’ esclusivo party privato nello store di Fendi in via Montenapoleone a Milano.

“In arte”, ebbene sì, perché di questo si tratta quando parliamo di dj set. Abituati a guardare la postazione di vocalist e dj, dal basso della pista, come a nulla di più del centro nevralgico della serata, l’ epicentro in cui ‘si mettono i dischi’ difficilmente siamo portati a considerarlo come qualcosa di più. Infondo la maggior parte delle persone che va in discoteca da  per scontato di avere un buon sound di sottofondo , ma senza dare magari troppo peso alle sfumature che passano per i suoi timpani.

Ma se pensiamo al fatto che nell’organizzazione di eventi così selettivi, in location  decisamente elitarie prevedono la presenza di qualcuno che ‘mette i dischi’, ci sembra ancora una cosetta da poco?

 L’ atelier di un marchio prestigioso come Fendi è quanto di più vicino all’ arte visiva possiamo immaginare ad oggi, del resto oramai siamo tutti d’accordo nel considerare la moda una forma artistica e nemmeno delle più basse. Così deve essere anche l’ atmosfera di sottofondo ricreata quando c’è la passione; un mixer e un repertorio di tracce non valgono meno di un violino o di un arpa e di uno spartito.

Una passione che ad Andrea non manca e che lo  ha portato a diventare, da ingrediente imprescindibile per la Nightlife Delle Eolie, un volto noto anche nella parte alta dello stivale, tanto da avere l’ opportunità di far conoscere la sua passione nella capitale dei grandi eventi che è la scintillante Milano.

Se la stagione invernale sarà dedicata ad esibirsi nei locali del capoluogo lombardo e delle zone vicine, in particolare di Piacenza, ai primi caldi Andrea tornerà sulle isole, per la gioia del pubblico giovane e meno giovane del posto, ma, soprattutto, dell’ ondata di turisti che passa per le Eolie nell’ estate.

Andy De Salvi Staff

Share