Tarnav collegamenti veloci

Amp, Giorgianni a La Voce Eoliana: “divieti esistono già, fa confusione col Parco sul quale siamo contrari “

Riceviamo dal sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, e pubblichiamo:

Leggo con sorpresa la nota a firma della Voce Eoliana. Mi stupiscono i toni da crociata e i contenuti.

il sindaco di Lipari, marco Giorgianni

il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni

Vorrei far notare ai lettori, come questa nota dimostri che l’associazione non intende accettare una discussione serena e perora invece un messaggio di allarmismo volto a creare preoccupazione e avversione verso un’idea progettuale di sviluppo e salvaguardia del nostro territorio, insinuando nei miei concittadini solo tanta confusione.
Nella medesima nota, commettendo un grossolano errore, si mettono sullo stesso piano l’area marina protetta ed il parco, sul quale il Sindaco si è invece dichiarato contrario.

Si paventa addirittura come estrema conseguenza dell’istituzione della area marina protetta il divieto di accesso ad alcune aree, come se questi divieti nel nostro territorio non esistessero già, il fatto che qualche fruitore del mare non rispetti la legge, non vuol dire che la legge non esista!

L’associazione parla di colossale presa in giro, asserzione che non ha nessun fondamento. Ribadisco la mia posizione:
l’appuntamento che si prospetta per l’Amministrazione è la decisione di attivare o meno il percorso per l’istituzione o meno dell’area marina protetta, di cui, vorrei ricordare, nelle Eolie si parla da trenta anni.

sergio costanzo

A tal fine l’Amministrazione si sta apprestando a sentire tutte le categorie per conoscerne le opinioni.
Questo approccio è stato determinato dalla necessità di evitare una inutile quanto pregiudizievole bagarre, affinché nessuno interpreti quella sede come un palcoscenico su cui esibirsi o un palco per comizi elettorali.
L’associazione dovrà, suo malgrado, riconoscere che il metodo scelto dall’Amministrazione per sentire le categorie lo sceglie il Sindaco, in quanto rappresentante e portatore delle istanze di tutti i cittadini e non le singole associazioni, che il governo locale sentirà se le stesse lo riterranno utile.

La discussione e l’analisi sulla perimetrazione e sul regolamento si faranno a tempo debito, vale a dire solo se e quando ci sarà una proposta seria in tal senso, che non può non essere conseguente ad un avvio della procedura, con la redazione degli studi e delle ricerche necessarie perché questa proposta sia realistica e credibile.

Tentare di spaventare la gente ad ogni costo, per trovare supporto ad un proprio punto di vista, è sinonimo di scarsa fiducia nelle capacità di analisi e confronto di una comunità  ed io sono invece convinto che le nostre comunità siano capaci di un dibattito sereno anche su argomento delicato come questo.

Lo ribadisco ancora una volta, tutte le categorie interessate, verranno legittimamente  sentite prima che questa Amministrazione dia inizio ad un iter amministrativo per la realizzazione dell’area marina protetta.

Il Sindaco

Share