Alle 16,00 a “La Filadelfia” contro l’inceneritore del Mela

incennnnnQuesto pomeriggio alle 16,00 ( e non alle 17, come diffuso in precedenza) presso la sala Congressi dell’Hotel Filadelfia, a Lipari, alla presenza di rappresentanti dei Comitati Cittadini della Piana del Mela si svolgerà l’incontro con la popolazione contro l’inceneritore del Mela.

L’iniziativa di Legambiente Lipari e del Bio-distretto Eolie ha trovato l’adesione Nesos, Filicudi Wildlife Conservation, Federalberghi Eolie, Isola Verde, Associazione I.dee, Magazzino di Mutuo Soccorso; Condotta Isole Slow Siciliane.

“Nonostante- si legge in una nota dei promotori- il Piano Paesaggistico e i vincoli archeologici, nonostante il già allarmante livello di inquinamento dell’intera area del Golfo di Milazzo (dichiarata “ad alto rischio di crisi ambientale”), nonostante i referendum comunali, le proteste, le denunce delle associazioni, dei comitati e degli Ordini dei Medici, nonostante il progetto sia ambiguo e carente di previsioni sull’impatto sanitario e ambientale che produrrebbe, il grande termovalorizzatore di CSS (combustibili solidi secondari) a San Filippo del Mela non è stato, inspiegabilmente, ancora fermato.

Il disegno scellerato di dar fuoco a 500mila tonnellate di rifiuti l’anno (un tir ogni 6 minuti) rischia di concretizzarsi a breve proprio di fronte alle nostre isole, Patrimonio UNESCO e sito a fortissima vocazione turistica e agricola.

Come possono convivere turismo e agricoltura con le polveri sottili? Come possono convivere i nostri capperi con diossine, piombo, cadmio e mercurio? Come può convivere la nostra malvasia con acido cloridrico e ossidi di azoto, zolfo e carbonio? La risposta è: in nessun modo.

Per questo siamo convinti che il termovalorizzatore non deve essere costruito e che anche gli eoliani siano chiamati a impegnarsi per scongiurare questo incubo. Come Circolo di Legambiente Lipari e Bio-distretto Eolie chiediamo dunque ai Sindaci e ai rappresentanti politici dei quattro comuni eoliani, agli agricoltori, ai commercianti, agli imprenditori e ai lavoratori del settore turistico, alle associazioni e ai cittadini delle nostre isole di partecipare al dibattito pubblico sul termovalorizzatore di San Filippo del Mela .

 

Share