Tarnav collegamenti veloci

Aliscafi: il biglietto non comprende le deiezioni canine sulla moquette…

foto d'archivio - terminal aliscafi Milazzo

foto d’archivio – terminal aliscafi Milazzo

Sommessamente

Il mio cane ha pagato il biglietto, cosa vuole ? “. Questa la risposta di un turista, al personale di bordo di un aliscafo Liberty Lines , in navigazione verso le Eolie. “Fido” aveva , da poco, dato sfogo alle proprie, inevitabili e comprensibili, esigenze direttamente sulla moquette del ponte , accanto ad altre persone. Con il caldo degli ultimi giorni, in uno dei tanti aliscafi pieni di gente e bambini nonostante l’aria condizionata, non è stato sicuramente un bel vedere e un sano respirare. Per evitare di portarla alle lunghe i marittimi ( fin troppo comprensivi in questi casi con i turisti ma anche con i residenti) hanno ripulito per come possibile. E non è stato facile, anche perchè “Fido” aveva lasciato su quella moquette tanta peluria.  Il cane, evidentemente, non stava bene. E forse, sentita la risposta, non doveva trovarsi nelle migliori condizioni neanche il proprietario. Fatto sta che si pretende di avere ragione ( per la serie pago e pretendo terun !) anche quando il buonsenso consiglierebbe di stare in silenzio.

Ma tanto ormai – eccone un’altra- si pretende pure di salire a bordo trasgredendo il regolamento che prevede l’uso delle museruola, nello specifico, per uno splendido segugio. E allora, con l’aliscafo in partenza, e con i negozi chiusi, che si fà ? Protesta silenziosa:  si preferisce far soffrire il cane chiudendogli la bocca con un laccio delle scarpe, tanto per superare in qualche modo il controllo all’imbarco… Cervelli in vacanza ! Umani…s’intende…

Share