Alicudi : se arriva la nave ma lo sanno in pochi…

di Giovanna Mannino

Ore 12.30 del giorno 5 marzo, lunedì.

la Filippo Lippi

la Filippo Lippi

Volgendo per caso lo sguardo al mare, tra le onde spumeggianti per il vento di ponente, intravediamo qualcosa….UNA NAVE ! la Filippo Lippi !!!
Sono le 12.30 passate; apprendiamo poi, che pochi fortunati (quelli che non vengono arbitrariamente depennati per discordanze d’opinione con l’Admin del gruppo Ag.Filicudi Alicudi, alias sig. Scaldati)…ebbene pochi fortunati hanno appreso alle ore 11:30 circa che forse sarebbe arrivata la nave ad Alicudi…che forse ci sono i permessi, le autorizzazioni, tutti si stanno dando da fare per far giungere il vascello tanto atteso sulla piccola isola ignorata da tutti.
La nave arriva ed al secondo tentativo riesce ad attraccare, nonostante “la leggendaria gru” renda impossibile l’utilizzo della bitta sul lato nord, ma per fortuna c’è vento di ponente e quindi tutto fila liscio. Dunque il vascello attracca e porta in salvo gli addetti al seggio elettorale che rischiavano di rimanere prigionieri su questo scoglio battuto dai venti, senza approvvigionamenti, solo qualche patata e qualche cipolla (ahi… che infame destino!).
L’efficienza e la tempestività delle autorità questa volta sono indiscutibili. Si sono solo dimenticati di avvisare la popolazione dell’isola…non arrivano navi da un mese, c’è maltempo e dunque anche gli aliscafi hanno problemi a raggiungere Alicudi. Magari qualcuno voleva o doveva partire o arrivare, magari si ordinava anche qualche cosa.Oggi scruteremo attentamente l’orizzonte, chissà che non arrivi oggi un altro vascello…la valigia oggi l’abbiamo già preparata.
Grazie ancora per la considerazione dimostrata.

Share