Tarnav collegamenti veloci

A spasso con il cane che defeca di fronte agli ingressi delle abitazioni

Riceviamo da Lina Paola Costa e pubblichiamo

Oggi alle 12.40, tornata dal lavoro, ho preso secchio, acqua e pompa del giardino per lavare e spingere via un consistente quantitativo di deiezioni canine che spesso trovo davanti al cancello. Per igiene domestica e soprattutto perché da lì a meno di un’ora sarebbero passati tanti studenti che escono dalla Scuola Primaria alla V ora e percorrono il marciapiedi.

Al fetente, lordo e fituso, incivile padrone del cane – che sempre viene lasciato defecare davanti agli ingressi dei nostri domicili – lancio l’augurio che si trovi le proprie camere piene della stessa cacca con cui imbratta il suolo pubblico in via Stradale, perfino dentro l’area di accesso al Palazzetto dello sport, dove di continuo si cammina con gli studenti.
Sono sicura che qualche familiare che legge i blog ce l’hai.

Share