A Lipari gli scarti del pesce per la produzione ci collagene

20190710_101624

(Comunicato) Ha preso avvio questa mattina, presso la Sala Consiliare del Comune, il 3 Meeting del Comitato di Coordinamento di Bythos – Biotechnologies for Human Health and Blue Growth, un ambizioso progetto di cui il Comune di Lipari è partner insieme all’Università di Palermo (capofila del progetto), all’Università di Malta, al Distretto Pescaturismo e Cultura del Mare, al Ministero per lo Sviluppo Sostenibile per l’Ambiente e i Cambiamenti Climatici Maltese, Dipartimento della Pesca e dell’Acquacoltura di Malta, e ad AquaBioTech Ltd.20190710_101620

L’obiettivo di Bythos è la produzione di collagene attraverso la lavorazione degli scarti del prodotto ittico, da utilizzare soprattutto in ambito cosmetico e farmacologico, e dunque in un’ottica di trasformazione della materia -come ha sottolineato in apertura dei lavori il coordinatore del progetto Prof. Vincenzo Arizza dell’Università di Palermo – da scarto a risorsa, da costo da smaltire a produzione di valore, secondo una concezione di economia circolare.

Il progetto prevede l’istituzione di due spazi biotecnologici per la gestione dei sottoprodotti del pesce prima di essere mandati in laboratorio, lo sviluppo di procedure per il trattamento e l’estrazione delle molecole bioattive (incluso il collagene e gli omega 3 e 6), uno già attivo a Malta, uno sarà attivato a breve a Lipari, in località San Vincenzo (Canneto) particolarmente strategica per la sua posizione, come centro dimostrativo permanente a disposizione di tutti gli stakeholder e portatori d’interesse.

L’Assessore
Davide Merenda

Share